GENOVA, Via XX Settembre
29th January 2019
NEW YORK, Skyline Genesis
28th January 2019


"Lo studio venne limitato alla precisazione delle linee di trasporto acquee e terrestri ed alle caratteristiche degli schemi stradali della City, de a citáe come usano ancora dire i nostri vecchi, perché è appunto dalla bontà delle Vie al cuore (Heart of City) che dipende la vita dell’intero corpo cittadino. Inquadrare con profitto le più raffinate caratteristiche comuni alle circolazioni metropolitane negli ambienti più densi di caratteristiche locali è risultato il problema più vitale del momento; ma se è facile e possibile in infiniti modi giungere a convenienti sistemazioni della periferia è difficilissimo e sono limitatissimi i modi per giungere a convenienti sistemazioni del centro."

"Situato nella estremità meridionale dell’isola di Manhattan a circa 700 metri a Nord di Wall Street (via del muro) il centro della grande New-York, The center and head of the official life (il centro e testa della vita ufficiale), indicato dai cerchi delle planimetrie, potrebbe dirsi attualmente precisato dalla Lupa Romana, in bronzo, che Roma ha donata a New-York in occasione della visita del Governatore Principe Potenziani, essendo stata collocata dal Sindaco Walker nell’atrio d’onore del City Hall (Municipio), centro d’orientamento di tutto il sistema stradale della Metropoli. L’edificio Municipale, alto solamente due piani, del più puro stile classico italiano, costruito al principio del XIX secolo, cinto da un piccolo parco, il City Hall Park, dove si possono leggere tranquillamente i giornali tra il cinguettio degli uccelli e dove i piccoli Newyorkesi, d’estate, possono fare il bagno nella vasca della fontana monumentale, è contornato al di là del parco e delle strade che lo bordano dai più vecchi sky-scrapers, quali il World, il Tribune, il Tract ed il Potter con altezze dai 40 agli 80 metri, dai più recenti, quali il Municipal Building (165 m.) ed il Woolworth (242 m.) detentore per 18 anni del Campionato d’altezza e da quello, in costruzione, progettato dal Noyes-Schulte che sarà più alto, di un tanto però non noto, per cautele di record, e che disporrà di una stazione per l’atterraggio e lancio di aeroplani o di un pilone per dirigibili. Praticamente, dicono gli americani (The customer is always right, (il cliente ha sempre ragione), quindi, nel caso particolare, per attrarlo, occorre dargli completa dal Centro la rapidità, che è il pregio principale del servizio aereo.
(...)
Nella Downtown, la città bassa, con una superficie di circa 7 Kmq., dove nel nucleo d’origine di circa 70.000 mq. sorgevano, 280 anni or sono, le prime casette olandesi e dove più a Nord, al di là di Wall Street nella zona del City Hall, giravano i mulini a vento, attualmente vi ha sede il più grande Business Center (centro degli affari), non solo degli Stati Uniti, ma del mondo intero e in un’area inferiore di un chilometro quadrato, pressoché ellittica di forma e con i fuochi nello Stock Excenge (borsa) e nel City Hall, i più potenti gruppi civici, finanziari, industriali e commerciali, magnificamente installati nei più profondi, più alti e più ricchi edifici di reddito, vi forgiano le più grandi iniziative e direttive della produzione e del consumo.
(...)
Le Vie più importanti della Downtown , con direzione Nord-Sud sono la Lower Broadway (bassa), la Church, la West Broadway, la Nassau, la Lafayette e la Bowery, con direzione Est Ovest la Chambers, la Canal, la Fulton e la famosa Wall."

Renzo Picasso